Il bilancio come strumento di comunicazione aziendale

È sempre stato vissuto come un mero adempimento di legge, ma in realtà negli ultimi anni le aziende hanno capito che il bilancio può ricoprire un ruolo importante nella strategia di comunicazione. Per noi è un fenomeno molto evidente dal momento che numerosi nostri clienti vi dedicano sempre maggiore attenzione, sia nella fase di progettazione che in quella di realizzazione.

Non solo cifre

Attraverso il bilancio l’azienda trasmette al mercato la propria situazione patrimoniale e finanziaria e le proprie performance, adempiendo alle disposizioni imposte dai vincoli normativi. Questo, però, oggi non è più sufficiente. La comunicazione economico-finanziaria ricopre oggi un ruolo sempre più importante, non solo per soddisfare i bisogni informativi della comunità e delle istituzioni, ma anche e soprattutto per promuovere l’immagine dell’azienda.

Leggi di più

Fiere del libro di primavera

Stagione ricca per gli Editori: fra marzo e maggio avranno luogo molte fiere librarie in città italiane ed europee, prima su tutte Milano con ben tre appuntamenti. Occasione di incontro professionale e ottima vetrina sul pubblico, riscuotono sempre parecchio successo. Ecco le prossime in vista:

 

TEMPO DI LIBRI

Un tema per giorno, sviluppato in numerosi eventi: la maratona di lettura, una reading di poesia, la mostra per decretare la migliore copertina 2017, incontri con professionisti del settore e scrittori – e perfino una caccia al tesoro.

Quando: 8-12 marzo 2018

Dove: Milano, Fieramilanocity

Link: www.tempodilibri.it 

Leggi di più

Il workflow come base del project management, ovvero: come lavoriamo (bene). Parte 2 di 2

Ogni commessa un viaggio

C’era una volta un’idea, che è diventata un progetto e poi una richiesta di preventivo. Un insieme di informazioni che singolarmente vogliono dire poco, ma che unite insieme nella realizzazione di un prodotto portano a quello che teniamo ora fra le mani: la copia di un libro davvero bello e ben fatto.

In questa seconda puntata sul nostro workflow (qui la prima), vogliamo raccontarvi la storia del viaggio di una commessa di lavorazione in Geca.

Leggi di più

Un libro stampato da Geca finalista allo Strega

Anche quest’anno un libro stampato da Geca è finalista allo Strega. Si tratta di Hachiko il cane che aspettava, pubblicato da Albe Edizioni, incluso nella cinquina finalista del “Premio Strega ragazzi +6”. Il libro, scritto da Lluís Pratz Martinez, tradotto da Alberto Cristofori e illustrato dall’artista polacca Zuzanna Celej, riprende un fatto realmente accaduto: il cane Hachiko aspetta per dieci anni, giorno dopo giorno, il padrone che gli ha promesso di tornare a prenderlo davanti alla stazione. Questa storia vera è stata resa famosa anche dalla trasposizione cinematografica.

Leggi di più

Nuovo CofaLetto Geca: un omaggio agli anni ’60 e ’70

Chi (almeno tra gli ultra quarantenni) non ricorda la propria mamma tuonare: “Carosello… e poi a letto!”? Quest’anno vogliamo omaggiare il graphic design e la pubblicità degli anni Sessanta e Settanta con una nostra rivisitazione del packaging del caffé che rese famosi Caballero e Carmencita. Lui che la cerca disperato, lei che vuole sposare Paulista, l’uomo dal baffo che conquista.

Leggi di più

Un anno di investimenti

Il 2017 è stato l’anno in cui Geca è tornata a investire in modo significativo. Il nostro obiettivo era il potenziamento del nostro parco macchine con le soluzioni che da un lato avrebbero potuto incontrare e soddisfare le nuove esigenze dei nostri clienti, e dall’altro velocizzare la produzione garantendo una gestione interna ancora migliore. Gli investimenti hanno riguardato tutti i reparti produttivi.

Stampa offset

Abbiamo potenziato la stampa in bianco e nero con un impianto 70×100 Komori che si aggiunge alle Heidelberg già esistenti. Grazie a questo nuovo impianto siamo riusciti a migliorare i tempi di produzione dei libri e ad aumentare la capacità produttiva.

Leggi di più

Il workflow come base del project management, ovvero: come lavoriamo (bene). Parte 1 di 2

Da inizi Novecento all’era contemporanea

Ne sono stati fatti, di progressi, da quando per la prima volta appariva nel 1921 la parola workflow associata alla gestione dei flussi di lavoro aziendali. Si era in pieno sviluppo economico e una perfetta organizzazione del lavoro era ciò che consentiva l’integrazione delle varie fasi di lavorazione di un prodotto. Siamo ora nell’era del digitale 4.0 e la gestione del lavoro può essere, come nel caso di Geca, completamente informatizzata, a partire dal preventivo e fino alla partenza dei volumi dallo stabilimento a fine produzione.

Leggi di più